Il Papa, simpatico criminale e la bufala gender

Ricompattare il fronte cattolico estremista diviso da esibizionismi personali e derive fasciste?

Messaggio ai cattolici moderati affinché l’argomento “gender” entri nei media e diventi argomento di dibattito?

Semplice delirio dettato dall’ignoranza e dalla saccenza?

Bufala gender
Bufala: il gender si insinua nelle scuole e distrugge la vera e unica famiglia

Qualunque siano le motivazioni che hanno spinto Papa Francesco a parlare di gender e di guerra al matrimonio siamo in presenza di una deriva pericolosa se non criminale.

Con una leggerezza inquietante e sconcertante Bergoglio, in occasione della visita a Tbilisi afferma questo: “Un grande nemico oggi del matrimonio, la teoria del gender. Oggi c’è una guerra mondiale per distruggere il matrimonio, non si distrugge con le armi, ma con le idee. Ci sono colonizzazioni ideologiche che lo distruggono. Pertanto difendersi dalle colonizzazioni ideologiche, se ci sono problemi, e fare la pace il più presto possibile prima che finisca la giornata”.

Nel Caucaso, il Papa lancia un messaggio preciso all’Italia e ottiene il suo scopo, sapendo benissimo che questa domenica le sue parole saranno riprese nelle parrocchie dove saranno celebrate Messe. Parole allucinanti e deliranti quelle di Francesco, degne di un complottista con problemi psichiatrici e non certo del capo assoluto di una delle organizzazioni più influenti del mondo, nonché di uno stato estero.

Con un colpo solo ottiene di creare allarmismo ingiustificato, additare un nemico

Conseguenza del complottismo gender
Delirio gender: movimenti di destra che si scagliano pure contro Sanremo.

inesistente, favorire violenze e discriminazioni, ricompattare i suoi seguaci più ignoranti e fuori di testa, informare i credenti moderati spaventantoli e facendoli diventare estremisti. Sì, perché sia chiaro, il matrimonio non è vittima di nessuna guerra mondiale e la metafora usata è pericolosa e violenta. “Guerra” e “mondiale” scatenano sentimenti di paura e spingono a reagire per difendersi da un danno imminente e distruttivo. Che non esiste.

L’arma utilizzata in questa guerra, secondo Bergoglio sarebbe la teoria del gender, lo spauracchio inventato negli ultimi anni per bollare tutto ciò che è civiltà, rispetto dell’altro, educazione di genere, diritti delle minoranze. Un complotto mondiale che non ha senso ed alberga solo nella mente derelitta di alcuni (sempre troppi) cattolici fanatici esaltati in cerca di uno scopo nella vita o di visibilità personale.

Il gender, semplicemente non esiste. Non è una minaccia più pericolosa di un’invasione aliena. In tanti credono che ci siano marziani già presenti in mezzo a noi, che magari si siano pure sostituiti ai governanti, ma le persone sane di mente quando sentono discorsi di questo tipo si fanno una risata. Invece il gender fa paura, perché è inafferrabile, strisciante, multiforme e subdolo. Diventa corso di educazione sessuale, lotta al bullismo, rispetto per le differenze, diritti per gli omosessuali, sostegno ai profughi e, pare, arma per distruggere il matrimonio altrui. Se una coppia litiga e sceglie di separarsi non è perché è finito l’amore e sono sopraggiunte differenze inconciliabili, no, è perché c’è il gender che ha fatto ammalare la loro unione e ha distrutto il matrimonio.

Ma non è vero nulla. Il gender non è una malattia contagiosa, non esiste! E non perché lo dico io che sono un cittadino qualunque, ma scienziati, medici ed esperti, costretti a pronunciarsi su una bufala che può solo suscitare ilarità. Ma la balla è diventata virale grazie alla diffusione data da testate fondamentaliste cattolici, imbecilli della rete che hanno diffuso contenuti inesistenti o distorti, personaggi senza scrupoli in cerca di un posto al sole puntualmente ottenuto.

gender6
Bufala: il Papa parla di gender come arma di guerra mondiale contro il matrimonio

Lo sproloquio papale è la ciliegina sulla torta che ha ricompattato i fondamentalisti divisi da personalismi e che vede confermato il loro argomento principale per spaventare bigotti ignoranti e con problemi di adesione alla realtà.

Il gender è reale per il Papa ed è l’arma di una guerra mondiale per distruggere la famiglia. Le conseguenze di questa semplice frase sono potenzialmente apocalittiche. I media italiani parleranno di questa minaccia dando, come spesso accade, voce solo a preti e presunti esperti di quart’ordine (gli affamati di fama Adinolfi, Miriano, Amato…), che potranno spaventare ulteriormente il popolo ignorante funzionale e additare un nemico misterioso e inafferrabile (e te credo, è un’invenzione!). La Chiesa si appiattisce su posizioni sempre più estremiste, chiuderà la porta a tante persone in cerca di una parola di conforto, diventerà ancora più spietata con le persone omosessuali. Pensate ai tanti adolescenti gay che frequentano oratori e parrocchie e che si sentiranno in colpa, soli, abbandonati e avranno in casa e negli amici nemici che li considereranno un pericolo “mondiale”.

Non giriamoci intorno, Bergoglio ha parlato di gender per attaccare gli omosessuali e la

i gay da vittime sono considerate minaccia
Con la bufala gender la Chiesa attacca gli omosessuali e i loro diritti.

legge sulle unioni civili. Il suo è un affondo volgare e crudele sull’unica modesta legge che tutela finalmente le coppie gay italiane e consente loro di avere qualche certezza nella vita. Le conseguenze più pesanti saranno proprio per le persone LGBTQI, che dovranno lottare contro sindaci cattofascisti i quali si sentiranno autorizzati a boicottare la legge in nome di Dio, adolescenti bullizzati con il placet di adulti consenzienti. Scuola incapace di essere portatrice di valori come il rispetto e la tolleranza, perché considerati sinonimi di quel gender che loro vedono ovunque, ma che non trovano mai.

La Chiesa è artefice, complice e responsabile di tutte le sofferenze psicologiche e fisiche arrecate nel nome del gender, della difesa della famiglia e del matrimonio. Le parole di Papa Francesco (qualcuno ancora lo considera “buono”?) sono criminose e lui il più grande idiota o il più subdolo attore nazista che la storia recente ricordi.

Annunci

2 pensieri riguardo “Il Papa, simpatico criminale e la bufala gender

  1. a proposito dell’accettazione dell’omosessualità delle caste sacerdotali (parole scelte NON a caso): se si pensa che nei secoli passati veniva demonizzato chi era mancino, albino o handicappato, perché Dio non poteva risiedere nel corpo di uno “storpio”, passi avanti ne sono stati fatti, almeno secondo i tempi della chiesa, che ora si scusa di queste intemperanze, di queste false e sadiche visioni. Sono sicuro che si ripeterà la stessa cosa, magari fra centro/duecento anni, per l’omosessualità, con tante scuse perché i loro predecessori non capivano che anche quello era amore. E non lamentiamoci troppo della chiesa cattolica, perché se quella protestante è più evoluta, quella ortodossa è ancora più antica. Per non parlare di altre religioni.

    A me sinceramente ciò che dice il papa, ogni papa, mi è indifferente, purtroppo però non è indifferente per molti. Sì, questo papa è più simpatico del precedente, più comunicativo, più “alla mano”, però non credo che ci saranno evoluzioni in tempi brevi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...