Se omosessuale non è naturale

Ci risiamo. Le Sentinelle in piedi, in cerca di visibilità visto che nessun giornale serio si occupa più di loro, decidono di manifestare a Sanremo. Motivo della loro impietrita ostentazione di fissità neuronale è la presenza al Festival di due ospiti troppo gay e con troppo senso paterno secondo i loro standard: Ricky Martin e Tiziano Ferro.

Ricky Martin ha due figli avuti ricorrendo alla pratica (legale in Usa e Canada) della GPA e Tiziano Ferro è colpevole di aver dichiarato che gli piacerebbe diventare padre.

Il loro comunicato è un delirio di inesattezze, insulti alla minoranza già discriminata LGBT e fandonie circa la pratica della gestazione per altri.

Se volete bearvi di una lettura fantasy della ricostruzione delle ultime edizioni del Festival godetevi il testo nel quale le Sentinelle annunciano la manifestazione sabato 11 febbraio.
Come leggere il Signore degli anelli dal punto di vista di Sauron.

Cosa vogliono i rappresentanti di questa realtà estremista? Visibilità sui media. Sono affamati di servizi in tv, articoli su quante più testate possibili. Godono delle foto che vengono pubblicate.
Che le piazze dove si svolgono i loro eventi siano di solito semivuote è un mero dettaglio.

wp-1486320512818.jpgSanremo è la location ideale per confidare nel servizietto di qualche giornalista cattoamico pronto a concedere un’attenzione ingiustificata. Perché le Sentinelle manifestano affinché chi è discriminato, vessato, bullizzato, insultato, perseguitato resti tale, e che quei diritti di cui godono solo per il fatto che sono eterosessuali restino loro esclusivo appannaggio. Pretendono di avere dei privilegi, quindi. 

Lasciando da parte le inesistenti motivazioni che spingono questi acefali pilastri stanziali delle nostre piazze, chiediamoci su cosa poggia la deriva discriminatoria. Perché ritengono di essere nel giusto? Cosa rende superiore una coppia eterosessuale rispetto a una omosessuale, tanto che il riconoscimento pubblico di diritti e doveri a una coppia gay viene percepito come un affronto intollerabile?

La Chiesa cattolica ritiene che il Disegno di Dio sia effettuato su un foglio piccolissimo, con un grossolano pennarello nero, senza alcuna sfumatura di colore. Il disegno di Dio prevede unicamente l’esistenza della famiglia di stampo tradizionale: padre, madre, figli, nella quale i ruoli sono predefiniti e decisi da Dio stesso. La sessualità ha senso, è giusta, è lecita solo se si manifesta con un unico colore e intento all’interno del matrimonio religiosamente riconosciuto. Un foglio più grande, un disegno che preveda la presenza di colori, gradazioni, ombre e luci sono inaccettabili, perché è la Chiesa stessa ad aver stabilito che Dio vuole questo. Tutto ciò che va oltre quel disegnetto è da condannare.

Il disegno di Dio vale per tutti, credenti e non, perché si manifesta nel Creato, quindi nella natura e le stringenti regole prestabilite vanno applicate a tutti. La condanna dell’omosessualità e degli atti sessuali omosessuali non è una questione religiosa, ma sociale, secondo la Chiesa.

Ma.

Perché c’è un MA gigantesco che il Vaticano e tutte le realtà laiche che si rifanno al pensiero cristiano si ostinano a ignorare. Un MA che ribalta totalmente le considerazioni filosofiche (più che teologiche, visto che lo studio di Dio poco rivela sulla questione omosessuale) e rende le Sentinelle in piedi una pericolosa manifestazione di intolleranza.

Quel MA si riferisce a quello che la scienza, nella sua totalità afferma da decenni. wp-1486320860412.jpgDapprima con l’APA e poi con l’OMS, secondo le quali l’omosessualità è assolutamente normale, una variante naturale della sessualità umana. Non è una malattia da curare o condannare. Non una devianza, perversione, degradazione da nascondere o al più da tollerare. E’ normale.

La scienza è giunta a questa conclusione dopo anni di studi multidisciplinari, cosiddetti gender studies, che hanno affrontato la questione omosessuale da più punti di vista. Ogni ricerca seria ha portato a quello che poi l’Oms ha sancito nei primi anni ’90 in maniera inequivocabile e poco prima che la Chiesa pubblicasse il suo Catechismo nel quale ribadisce arbitrariamente che invece l’omosessualità è una tendenza deviante.

Altro che lobby o complotto (cavalli di battaglia per spaventare chi non ha i mezzi cognitivi per capire), la questione è scientifica, perché uno studio, per essere considerato attendibile e autorevole deve essere condotto con precisi criteri che ne dimostrino l’efficacia. Per questo la quasi totalità delle (poche) ricerche che dissentono non vengono considerate attendibili o addirittura sono rigettate: o mancano di quelle caratteristiche o sono realizzate con lo scopo preciso di dimostrare artificialmente verità religiose già confutate. Insomma, non sono obiettive.

La questione natura poi è puramente filosofica. Dal momento che l’omosessualità è una realtà presente è di per sé naturale. Come può considerarsi innaturale ciò che è nella natura stessa?

Chi manifesta contro l’uguaglianza delle persone omosessuali e i diritti civili parte dall’assioma che dietro la scelta dell’OMS si celi un complotto e in certi divertenti casi, l’influenza di Satana. Questo giustifica dichiarazioni che sembrano vomitate direttamente dal Minculpop su ispirazione di un gerarca fascista.

Quei maledetti pervertiti omosessuali distruggono il fondamento della civiltà, l’unico Disegno Divino possibile (quello della famiglia fondata su due persone eterosessuali) pur di vedere soddisfatte istanze che, agli occhi di chi considera i gay come viziosi anormali, sono solo desideri leziosi.

Ma la storia ha parlato. Sociale, medica, antropologica, psicologica. Si è già pronunciata e solo la deriva populista estremista, frutto della destabilizzazione portata dalla crisi economica, ha alimentato rigurgiti di violenza verbale e a volte fisica nei confronti di una minoranza cui fa comodo imputare ogni male.

Le Sentinelle in piedi manifestano contro le verità scientifiche, l’uguaglianza sancita dalla Costituzione, diritti che pretendono siano loro privilegi esclusivi.

Le Sentinelle sono un residuo silenzioso perché ignorante, marcescente e transitorio di una religione morente che addita la comunità LGBT, sperando così di distrarre da quel male che non riesce più a nascondere e che la condanna ad un meritatissimo oblio.

La società civile irride le Sentinelle in piedi e non sarà qualche testata compiacente, giornalista prezzolato o politico miserabile a riconoscere loro una parvenza di credibilità. Andate, andate pure a Sanremo a farvi ridere in faccia dal mondo intero.

Annunci

3 thoughts on “Se omosessuale non è naturale

  1. Le sentinelle in piedi sono un gruppo di ignoranti/fascisti. Le associazioni di questo tipo sono tutte collegate tra loro, tutte di ispirazione clericofascista.
    Lo Stato deve approvare al più presto una legge sull’omofobia

    Mi piace

  2. Il fatto è che non tutti ridono in faccia alle Sentinelle in piedi. sono pochi coloro che seguono i loro dogmi, ma ci sono. Ed è innegabile che nel mondo si sta sollevando un’ondata destrorsa che di certo non farà bene (non solo USA, ma anche Francia ad esempio). Se pensiamo che fino a qualche secolo fa, la Chiesa riteneva gli handicappati come punizione di Dio data alla famiglia. Anche gli albini (https://it.wikipedia.org/wiki/Albinismo) erano ritenuti figli del demonio etc. Figurati chi si ostina a seguire le proprie tendenze e la propria natura, senza peraltro fare del male a nessuno. Sai quanto gliene frega a costoro delle ultime scoperte della scienza. Loro ti dicono che la Legge di Dio è quella che dicono loro. Fa niente per noi che ormai siamo vaccinati, ma poveri coloro che non hanno gli anticorpi verso queste cazzate …

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...