Una bimba, due mamme, tre cuori uniti e tanti che non sanno e non vogliono vedere

Da un lato la sentenza che riconosce per la prima volta in Italia la stepchild adoption in una famiglia omogenitoriale. E si può discutere sulla bontà di una famiglia composta da due madri o due padri, sulla mancanza di figure educative duali complementari e sulla scelta di mettere al mondo un bambino in maniera non convenzionale. Ognuno ha le sue idee sull’argomento. Ma poi ci sono le reazioni dei privati sui social network e della stampa in particolare che stravolgono il fatto (e quindi fanno cattivo giornalismo) a uso e consumo di un’ideologia estremista e assoluta. Invece di raccontare l’episodio di cronaca per quello che è (e magari commentarlo da più punti di vista), confondono le acque e creano allarmismo attraverso interventi a senso unico. Continua a leggere “Una bimba, due mamme, tre cuori uniti e tanti che non sanno e non vogliono vedere”

Annunci

Annonna

Ho sempre amato scrivere e raccontare. Lo faccio da sempre, fin da quando ho iniziato a tenere la penna in mano. E non sono l’unico nella mia famiglia. Ho cercato di declinare questa irrefrenabile passione nel giornalismo, ma un articolo per un quotidiano non è un racconto, ha meccanismi diversi e si scrive con una tecnica particolare che soggiace a regole specifiche.
Quando ho cambiato lavoro non ho avuto particolari rimpianti, anche perché continuo a giocare con le parole anche adesso. E poi ho le mie storie, quelle arrivano da sole e chiedono con insistenza di essere scritte. Io non so dire di no, così butto giù quelle vite attraverso le mani che digitano sulla tastiera o che svolazzano su un quaderno con una penna tra le dita.
Ogni tanto mi piace che vengano lette, così ho pensato di regalarvi questo breve racconto che risale giusto a qualche settimana fa. In fondo alla pagina troverete anche il link per scaricare il file .epub.

Nei commenti fatemi sapere che ne pensate. Nel caso, ripeteremo l’esperienza di condividere qualche racconto.

Continua a leggere “Annonna”